Come Riconoscere e Suddividere gli Stadi Produttivi di un Frutteto

Un frutteto presenta 3 stadi periodici: possiamo infatti distinguere uno stadio giovanile, uno stadio maturo ed uno stadio senile. I vari stadi hanno una durata variabile e sono strettamente correlati alle condizioni endogeno-ambientali. Ogni stadio ha diversa produttività e richiede cure e spese differenti.

Riconoscerete lo stadio giovanile per le seguenti caratteristiche: gli alberi da frutto hanno un’età compresa tra la nascita e la prima entrata in produzione. L’albero in questa fase vive un’intensa fase vegetativa, ma non può ancora fruttificare. La durata di questa fase improduttiva varia in rapporto alla specie e del tipo di moltiplicazione adottata per le piante (semenziale o astone).

Il II stadio, quello della maturità, si avvia con lo sviluppo della porzione epigea. In questo caso i vostri alberi rallentano l’attività vegetativa, le loro foglie assorbono sempre più ormoni ed inizia il ciclo produttivo che porta ad una regolare produzione fruttifera. I semenziali durante questa fase iniziano gradualmente ad apparire meno selvatici ed a normalizzarsi nell’aspetto. Il procedimento avviene dall’alto verso il basso.

Il III stadio, quello dell’insenilimento, inizia con l’invecchiamento delle radici e la riduzione dell’assorbimento dei nutrienti. Questo processo causa nei vostri alberi un indebolimento delle funzioni vitali e fruttifere. L’albero inizia a produrre pochi germogli, a non rinnovare i rami, la produzione diventa rara e di scarsa qualità. Cambiano i ritmi del ciclo annuale: il periodo vegetativo del vostro frutteto si riduce per lasciare spazio alla fase di elaborazione.