Come Risparmiare sul Riscaldamento Domestico

Il riscaldamento non ha lo scopo di trasformare l’abitazione in una serra tropicale, bensì di attenuare i rigori della stagione più fredda. Rinunciando a un caldo eccessivo si risparmia danaro, si da un contributo all’ambiente, evitando fumi inutili, e si contribuisce a preservare un bene prezioso e non rinnovabile: gli idrocarburi. Ma non provatevi a risparmiare le riserve energetiche del pianeta tenendo la casa sigillata: ne ricavereste soltanto malessere e malattie. Il ricambio dell’aria nei locali è necessario d’inverno come e più che nelle altre stagioni.

Ciò premesso, in una casa in costruzione il riscaldamento ideale si realizza facendo passare le tubazioni di acqua calda lungo le pareti, all’altezza del battiscopa: in questo modo il calore si diffonde in maniera uniforme in tutta la stanza. I radiatori, se possibile, vanno collocati sulle pareti perimetrali, cioè quelle che confinano con l’esterno. Il tasso di umidità, nella casa riscaldata, va comunque tenuto attorno al 40/50 per cento. Da evitare, perciò, gli impianti di riscaldamento ad aria calda (e questo non soltanto in casa, ma anche negli uffici e nelle scuole) che “rubano” umidità all’atmosfera, facendoci respirare aria secca che irrita le mucose delle vie respiratorie, rendendole facile preda di virus e batteri. Sconsigliabili anche gli impianti a pannelli radianti annegati nel pavimento, perché possono provocare problemi di circolazione agli arti inferiori.

Chiudi bene tutte le finestre
Questo include assicurarsi che le finestre isolanti siano installate e chiuse se le hai. Le finestre dovrebbero essere chiuse col chiavistello. Aprile durante il giorno se la temperatura esterna è più alta di quella interna.

Mantieni le tue finestre chiuse ermeticamente
Compra un isolante rimovibile per finestre o ancora meglio della plastica per sigillarle. In mancanza d’altro, metti un asciugamano o una maglietta davanti ad ogni spiffero di una certa dimensione.

Sigilla le porte
Controlla le cornici delle porte e anche il sotto. Puoi acquistare anche isolante per porte o battiscopa per sotto porte. Di nuovo, in mancanza d’altro, fai un blocca spifferi con un panno infilato sotto la porta.

Tieni chiusa le porte delle camere non in uso
La porta chiusa rende quella stanza un’altra barriera tra te e il freddo esterno. Impedisce anche all’aria di circolare troppo, il chè riduce la perdita di calore. Inoltre i negozi per articoli casalinghi vendono copri fori d’areazione magnetici per ‘chiudere’ l’aria condizionata che circola nelle camere non utilizzate. In questo modo quando la caldaia si accende, solo i fori d’areazione nelle camere che usi faranno uscire calore. Sono fatti per un uso più efficiente delle caldaie. Controlla che tutti i fori d’areazione siano regolati su aperto, specialmente dove le tubazioni potrebbero gelare. Sblocca il ritorno dell’aria fredda nelle camere riscaldate (può essere fatto con il mobilio o i tappeti) così che il calore possa circolare efficientemente. Seguendo questi consigli riuscirai ad ottenere un buon risparmio energetico.

Fai esercizio
20 minuti di energico esercizio può riscaldarti e tieniti ben caldo dopo la sessione d’esercizio. Un corpo in salute solitamente è più tollerante al freddo. Muoversi produce calore! Più sei attivo e meglio il sangue circolerà. Questo significa che il sangue caldo raggiungerà le estremità, tenendole calde.

Vestiti pesante
Il cappello è il tuo amico numero uno in tempi come questi. Una grossa percentuale di calore corporeo si trova nella zona della testa quindi è fondamentale tenerla coperta. Un maglione a collo alto può fare meraviglie. Dovresti indossare sempre ciabatte o calzini. Vestiti a strati, specialmente con abiti di lana o cotone. Non indossare il cappotto invernale o non avrai nient’altro da metterti quando uscirai fuori. Quando stai fermo e seduto mettiti addosso una coperta.

Cucina
Il vapore alzerà il livello di umidità in casa tua rendendola più calda. Quindi la chiave è tenere sul fornello un bollitore. Già che ci sei, poi puoi volerti fare una zuppa o uno stufato con quell’acqua. Fai anche biscotti o torte, dato che il tuo forno terrà calda la cucina. La cucina sarà calda mentre cucini, e poi potrai mangiare il cibo caldo. Lo stesso risultato lo si può ottenere con un umidificatore, un dispositivo che ha proprio lo scopo di aumentare il livello di umidità nell’aria. Il funzionamento è spiegato più nel dettaglio in questa guida sull’umidificatore di Giorgio Nava.

Valuta e Pianifica
Considera come stai in questa situazione. Se stai soffrendo il freddo in casa a causa di un blackout, i consigli sopra citati ti aiuteranno a passare indenne questa breve emergenza. Ma se stai vivendo in una casa senza riscaldamento perchè non hai abbastanza soldi per far riparare la caldaia, devi iniziare a risparmiare denaro in banca esattamente per questo tipo di emergenze. Pensa prima a te stesso in modo da poter superare questo tipo di emergenze quando insorgono. Non rimanere al freddo.

Fai che più sole possibile colpisca casa tua
Controlla che non ci siano ostruzioni (per esempio piante, capannoni ecc) che ostacolino l’arrivo di luce del sole verso casa tua e rimuovi gli oggetti appoggiati alle pareti nel lato soleggiato (l’ideale sarebbe rimetterli dov’erano di nuovo la notte per un isolamento aggiuntivo). Una nota però, se casa tua è in una posizione esposta dovrai bilanciare i benefici di vento/sole per stare bene.